Recensione Benro A2682TB1

Autore Matteo Pisello  //   +MatteoPisello
Data di pubblicazione 04 Settembre 2016, 18:42
Data ultima modifica 05 Settembre 2017, 18:55
Tempo medio di lettura 11-13 minuti circa
Contenuto sponsorizzato Il sito extralevel.it non è (e non è stato) in alcun modo affiliato, associato o sponsorizzato dal produttore/fornitore dell'articolo/servizio qui riportato.
Il prodotto/servizio è stato regolarmente acquistato dal proprietario per uso personale; il contenuto ha il solo scopo di presentare una recensione ai visitatori.

// Recensione Benro A2682TB1 //

Introduzione

Si ritorna con una nuova recensione per materiale fotografico. Questa volta tocca al treppiedi che utilizzo personalmente. E’ un kit composto da treppiede + testa a sfera: parliamo del Benro A2682TB1 e fa parte della serie Travel Angel II.

Non mi resta che augurarVi buona lettura. Se il contenuto che Vi state apprestando a leggere è stato di Vostro gradimento, non dimenticateVi di condividere, di lasciare un commento e di votare MI PIACE in fondo all’articolo. Un piccolo e semplice gesto per Voi, ma che aiuterà la crescita di questo sito. Grazie mille.

// Recensione Benro A2682TB1 //

Il treppiede

Recensione Benro A2682TB1Recensione Benro A2682TB1

Il modello A2682T fa parte della famiglia Magnesium Travel Angel II, ed è costruito interamente in magnesio ed alluminio. E’ composto da 3 gambe (ovviamente come ogni treppiede), ognuna delle quali è suddivisa in 4 sezioni completamenti indipendenti e telescopiche. Il sistema di bloccaggio delle sezioni è a vite ed assicura stabilità e robustezza all’intera struttura una volta aperta, sia parzialmente, sia completamente. Inoltre gli anelli che permettono il serraggio delle sezioni delle gambe sono rivestiti in gomma per assicurare un grip maggiore ed di conseguenza una stretta più solida. Le gambe hanno poi un sistema di clip a tre vie di bloccaggio che permette all’utente di scegliere l’inclinazione desiderata durante lo scatto: 24 – 55 e 80 gradi. Sistema questo molto semplice ma anche molto efficace.

Il diametro delle sezioni più grandi è di 29 mm, il diametro di quelle inferiori è di 18,5 mm. Il treppiedi pesa all’incirca 2,2 kg e può supportare al massimo un carico di 12 kg.

Ognuna delle tre gambe del treppiede è agganciata all’insieme: canotto centrale/colonna centrale con delle viti, a cui è possibile dare più o meno serraggio in modo tale da decidere la scorrevolezza e la durezza nell’apertura delle gambe. La peculiarità di questo treppiede è la presenza della possibilità di staccare completamente una delle tre gambe, quella con l’inserto in gomma, così da avere un monopod a cui è possibile installare qualsiasi accessorio fornito.

Le combinazioni sono le seguenti:

  • Gamba monopod + colonna lunga + testa a sfera
  • Gamba monopod + colonna corta + testa a sfera
  • Gamba monopod + cinghia + manopola con bussola integrata

La colonna centrale è infilata in un “canotto” di alluminio/magnesio a cui sono presenti tre braccia, ad ognuna delle quali è presente il sistema a clip a tre vie descritto prima. L’assieme risulta essere molto solido e stabile, anche quando è presente un carico notevole sopra la testa. La parte inferiore della colonna centrale presenta una filettatura a cui è applicato un tappo a vite contenente un gancio di acciaio retrattile a molla, a cui è possibile agganciare ed appendere la nostra borsa, assicurando un’ulteriore stabilità in quanto il peso aiuta a rendere il treppiede più ancorato a terra. Per tutta l’altezza della colonna centrale è presente una scanalatura a lato che evita un’involontaria rotazione della colonna all’interno del canotto. Per decidere l’altezza della colonna centrale è presente un sistema di bloccaggio molto simile a quello presente nella parte inferiore dell sezioni delle gambe. Anche questo elemento è ricoperto in gomma per assicurare maggior presa della mano durante le operazioni di serraggio.

Altra caratteristica molto importante (e di cui anche io ho approfittato spesso) è la possibilità di invertire la colonna centrale: svitando il tappo a vite inferiore della colonna (quello con il gancio retrattile), allentando l’anello che regola l’altezza della colonna centrale e sfilandola si ha la possibilità di riposizionare la colonna+testa a sfera fra le tre gambe del treppiede, invece che al di sopra. Questa tecnica aiuta molto quando si devono fare foto a livello terreno e quando si necessita di pochissimo spazio di lavoro.

Quando si ha la necessità di riporre il treppiedi nella sua comoda borsa per il trasporto, o quando occorre movimentarlo, si può allungare al massimo la colonna centrale, allentare le tre clip che permettono di decidere l’angolo di inclinazione, e invertire completamente le tre gambe in modo da occupare il minor spazio possibile durante il trasporto. Questa modalità di chiusura evita di scomporre in vari pezzi il treppiedi, così quando si riprende in mano bisognerà re-invertire le gambe, serrare le clip ed il gioco è fatto. Tutto molto semplice e veloce.

Visualizza i commenti degli utenti per questo post

Visualizza le idee, le opinioni o le domande lasciate dagli altri utenti su questo articolo.
Hai una domanda da pormi? Una correzione sul contenuto? Non esitare a leggere e commentare.

VISUALIZZA I COMMENTI
Non ci sono? Sii il primo a commentare, o rispondi a qualcuno

Lascia il tuo parere personale inerente l’articolo, o rispondi ad un’altro utente.
Scrivi ed invia. Non c’è bisogno di alcuna registrazione al sito, commenta in totale libertà.

SCRIVI UN COMMENTO

// Recensione Benro A2682TB1 //

La testa

Passiamo ora alla testa a sfera: il modello è Benro B1, caratterizzato da una carico massimo consentito di 12 kg e della pesantezza di 400 grammi circa. La testa è completamente costruita in magnesio: per garantire performance maggiori con un peso inferiore; inoltre è rivestita con una verniciatura speciale resistente alle alte temperature.

La base della testa è larga 50 mm, la sfera al suo interno è di 36 mm di diametro, e tutto l’insieme è alto 94 mm circa. La basetta dove avviteremo il nostro corpo macchina ha una vite da 1/4″ e presenta degli inserti in gomma per assicurare maggior tenuta ed evitare graffi e danni alla nostra reflex durante il serraggio. La vite si avvita dalla parte inferiore alla basetta tramite un cacciavite o  una semplice moneta (non vengono inseriti utensili atti allo scopo nella confezione). La parte inferiore della testa invece presenta una filettatura da 3/8″, compatibile con la maggior parte dei treppiedi in commercio.

Una volta agganciata la nostra reflex alla basetta, basterà posizionare la suddetta al di sopra della testa all’interno nel meccanismo a morsa, compatibile Arca-swiss. Un piccolo particolare: sotto alla basetta sono presenti due piccole viti alle estremità che eviteranno la caduta involontaria una volta posizionata all’interno del meccanismo a morsa. Infatti potremo centrare, spostare e riposizionare la nostra basetta senza paura che cada o si sfili dalla morsa. Un piccolo dettaglio che preverrà cadute accidentali: ancora una volta un accorgimento semplice ma allo stesso tempo sicuro.

Al di sopra della testa a sfera, vicino alla manopola per il serraggio della basetta è presente una piccola livella a bolla che ci permetterà di allineare e mettere in piano la nostra macchina senza l’ausilio di accessori separati e senza ricorrere all’orizzonte virtuale all’interno delle impostazioni della macchina (anche perché non tutte le reflex hanno questa funzionalità, soprattutto le più datate).

La testa a sfera presenta quattro manopole: la prima come detto in precedenza si occupa del serraggio della basetta sulla testa. La seconda ci permetterà di far girare (e/o serrare) la nostra testa a 360° consentendoci anche di effettuare foto o riprese video panoramiche. A tale scopo è presente una scala graduata stampata all’interno della testa che ci permetterà di orientarci e decidere la giusta angolazione durante gli scatti. Le altre due manopole servono per scegliere la giusta forza di serraggio della sfera all’interno della testa e di conseguenza dell’inclinazione da dare alla macchina montata su di essa.

La fluidità della testa è molto buona, anche quando sono presenti reflex con battery grip annesso + obiettivo tele o molto pesante. Merito questo delle due manopole per la regolazione della fluidità che regolano e “frizionano” i movimenti della sfera all’interno della testa, evitando scatti bruschi e movimenti innaturali e dannosi per l’attrezzatura montata su di essa.

Recensione Benro A2682TB1Recensione Benro A2682TB1
Condividi questo contenuto nei tuoi social preferiti

Se il contenuto dell’articolo ti è piaciuto e desideri condividerlo con i tuoi amici, colleghi o conoscenti, clicca le tiles a fianco o direttamente qui sotto.
Scegli il tuo social preferito e fai conoscere agli altri questo sito. Un piccolo gesto per Voi ma di grande importanza per l’evoluzione del sito. Grazie.

// Recensione Benro A2682TB1 //

Gli accessori inclusi

Recensione Benro A2682TB1

Il kit treppiedi arriverà con una scatola completamente nera con riportato il logo Benro. All’interno troveremo: il treppiedi completamente montato e pronto all’uso, la testa a sfera, la colonna corta, la colonna lunga, i tre piedini in gomma, i tre piedini a punta in acciaio, una chiave a brugola, una piccola cinghia da agganciare al monopod, la relativa manopola in legno con bussola integrata e la comoda borsa per il trasporto di tutta l’attrezzatura.

La colonna lunga serve nella maggior parte dei casi e nell’uso normale del treppiede consentendoci di scattare a livello occhi, se esteso completamente. La colonna corta è molto utile invece quando dobbiamo scattare macro a livello terreno, aprendo le gambe completamente tramite le clip per l’angolazione, ma non estendendo le singole sezioni. Infatti se adottiamo questo sistema avremo la colonna centrale che ci intralcia in altezza, facendo toccare la parte inferiore in terra. Sostituendo la colonna lunga con quella corta non avremo di questi problemi, usufruendo di una libertà di azione e di movimento maggiore.

I piedini in gomma arriveranno già montati, e si rivelano utili nella maggior parte dei casi, come nella fotografia in interno (su di un pavimento) o per strada. Ma se dovessimo aver bisogno di più ancoraggio (in un campo o in un prato) basterà svitare quelli in gomma ed avvitare quelli a punta in acciaio. Piccola nota negativa: l’accessorio per avvitare e svitare i piedini in acciaio non è incluso, ma basterà una semplice chiave inglese per rimediare.

La chiave a brugola servirà per stringere o allentare il serraggio e la durezza delle singole gambe del treppiede, lasciando all’utente il compito di decidere il giusto grado di rigidità dei movimenti delle gambe. La piccola cinghia e la manopola in legno servono in quei casi in cui si sviti la gamba del treppiede (monopod) per trasformarlo in bastone da passeggio o da trekking. La borsa è utile per trasportare il nostro treppiedi completamente richiuso, completo di tutti gli accessori.

// Recensione Benro A2682TB1 //

Video

Video ripresi dal canale ufficiale Benro su YouTube, che espongono le principali caratteristiche del treppiede (uno dei due video è di svariati anni fa e non è precisamente lo stesso modello della recensione, le funzionalità potrebbero essere state aggiornate e migliorate). Nei video vengono mostrate: le funzionalità del treppiede sia completamente chiuso, sia aperto; la possibilità di cambiare a nostro piacimento i piedini; il sistema di aggancio inferiore per poter attaccare la nostra borsa, le misure disponibili e altro ancora. Buona visione.

// Recensione Benro A2682TB1 //

Gallery

Le immagini sono state prese dal sito ufficiale Benro e tramite ricerca immagini in rete, per poi essere riadattate al layout grafico del sito extralevel.it

// Recensione Benro A2682TB1 //

Valutazioni finali

94%
Materiali
90%
Costruzione
90%
Finiture
95%
Accessori
85%
Utilità
85%
Adattabilità
95%
Comodità d’uso
95%
Qualità/prezzo
95%

Ottimo treppiede che non lascia nulla al caso, arriverà completo di (quasi) tutti gli accessori, utili e meno utili, lasciando all’utente grandissima libertà di azione. Ha pochi fronzoli ma tanta sostanza, sorprende infatti per la robustezza, la scelta dei materiali e per la solidità della costruzione. Si può reperire online nei negozi più famosi.

Considerando poi la presenza all’interno del kit della testa a sfera, non si dovrà cercare nulla di compatibile e di separato, tutto arriverà nella confezione pronto all’uso. Il prezzo non è eccessivo, considerata la qualità dei materiali e gli accessori inclusi.

Matteo Pisello, www.extralevel.it

Pro

  • Ottimi materiali utilizzati nella costruzione del treppiedi.
  • Robustezza, solidità e stabilità, anche quando completamente esteso.
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo.
  • Accessori inclusi nel kit: borsa, testa, piedini, ecc…

Contro

  • Mancanza della chiave per avvitare e svitare i piedini in acciaio, anche se facilmente risolvibile.
Vota il contenuto dell’articolo

Se il contenuto dell’articolo ti è piaciuto vota MI PIACE. Se invece reputi che ci siano errori, inesattezze o non è stato di tuo gradimento vota NON MI PIACE.
In quest’ultimo caso ti apparirà un semplicissimo form per inviarmi consigli o feedback per il miglioramento del contenuto. Grazie per il voto.

Total 8 Votes
0

Come potrebbe migliorare il contenuto della pagina?

+ = Verify Human or Spambot ?

By | 2017-09-05T18:55:24+00:00 4 settembre 2016|Categories: extraCONTENT, extraPHOTO, PHOTO_Recensioni, Treppiedi|Tags: , , |0 Commenti

About the Author:

Sono nato a Perugia, in Umbria nel 1986. Ho frequentato l’Istituto Tecnico Commerciale, seguendo l’indirizzo programmatori. Appena finiti gli studi sono entrato nel mondo lavorativo come disegnatore grafico nella ditta in cui tutt’ora lavoro, da oltre 10 anni. Il progetto extralevel.it nasce dalla mia passione per la grafica, la tecnologia e la fotografia in genere. Il passo successivo è stato semplice: realizzare un sito; un mio spazio personale in cui mettere in pratica ed esporre le mie idee e i miei interessi. Quello che mi ha spinto a cominciare il progetto è stato il voler raccogliere tutto, e in un unico luogo, sia che si tratti di foto, di idee o di articoli.

Scrivi un commento

Non ci sono commenti, sii il primo a commentare

Notificami
avatar
Grazie per la condivisione del contenuto.
Per restare aggiornato salva questo sito tra i tuoi preferiti.

Send this to a friend

Questo contenuto potrebbe interessarti: Recensione Benro A2682TB1; ecco il link: http://www.extralevel.it/articoli/recensione-benro-a2682tb1/